Spada nella roccia

Piano di viaggio

Scopri il programma di viaggio per il tour "Spada nella roccia" che si terrà dal 25 al 27 Ottobre 2021.

01

KM 312 - KM 18

25 Ottobre: SAN VINCENZO - POPULONIA

Partenza da Ravenna alle ore 6.30 in bus GT. Soste di servizio lungo il percorso. Arrivo in hotel per il pranzo e sistemazione nelle camere. Pomeriggio partenza per visita guidata di Populonia, un’antichissima e importantissima città etrusca, uno dei dodici centri chiamate Dodecapoli, le città-stato che facevano parte dell’Etruria, governate da un lucumone. Le vestigia di questo glorioso passato sono ancor oggi visibili in un piccolo centro che sprigiona fascino senza tempo grazie alla sua posizione e alle sue splendide rovine. Cena in hotel e pernottamento.

    02

    KM 17 - KM 72

    26 Ottobre: CASTAGNETO CARDUCCI – ABAZIA DI SAN GALGANO E LA SPADA NELLA ROCCIA

    Prima colazione in hotel e partenza per la visita guidata di Castagneto Carducci. La città chiamata in origine “Castagneto Marittimo” divenne, all’inizio del ‘900, “Castagneto Carducci” in onore del celebre poeta italiano che qui trascorse parte della sua infanzia. Rientro in hotel per il pranzo. Pomeriggio visita guidata di Chiusdino – l’Abbazia di San Galgano e la famosa SPADA NELLA ROCCIA. Nel piccolo comune di Chiusdino, infatti, immerso nelle colline senesi, è situata l’Abbazia di San Galgano: è in questo piccolo eremo che è conservato uno dei simboli delle leggende legate ai Cavalieri della Tavola Rotonda: proprio qui infatti secondo la tradizione, Galgano Guidotti, cavaliere medievale divenuto Santo, conficcò la sua spada nel terreno roccioso in segno di rinuncia alla vita mondana. Ancora oggi la spada è ben visibile, conficcata tra la roccia e protetta da una teca, così come le leggende bretoni del Medioevo raccontavano. Rientro in hotel per cena e pernottamento.

      03

      KM 102 - KM 214

      27 Ottobre: SAN MINIATO - RIENTRO

      Prima colazione e partenza ore 8,00 per visita guidata di San Miniato: un delizioso borgo arroccato su un colle a brevissima distanza dall’Arno e a metà strada tra Firenze e Pisa (non a caso per secoli conteso tra le due città). Le origini del centro, famoso per il prelibato tartufo bianco tipico del suo territorio, risalgono all’epoca etrusco-romana. Pranzo al ristorante. Pomeriggio partenza per il rientro. Soste di servizio lungo il percorso e fine dei servizi.

        • 2 notti
        • ***
        • Toscana

        Guarda sulla mappa

        Scopri sulla mappa tutti i luoghi della Toscana.